8 tecniche di web marketing per portare traffico al tuo hotel (prima parte)

 In hotel marketing

Oggi che sono possibili innumerevoli scelte per chi vuole pianificare un viaggio online, una delle sfide più grosse che si presenta agli albergatori è come poter incrementare il traffico web, cioè il numero delle visite al proprio sito web. E non solo delle semplici visite, ma visite di qualità: viaggiatori realmente interessati a soggiornare nella zona e alla ricerca di una sistemazione.
In questo articolo prenderemo in esame alcune tecniche di web marketing per incrementare il numero (e la qualità) dei visitatori del vostro sito web.

1. Contenuti, contenuti, contenuti

Il contenuto è alla base di ogni buona strategia di digital marketing. A differenza della pubblicità tradizionale, il content marketing ha l’obiettivo di dimostrare la propria credibilità ai viaggiatori fornendo loro contenuti che siano realmente utili e pertinenti alle loro esigenze. Questi contenuti possono essere articoli di un blog, parti di un sito web, social media, immagini, video, o altro.

In generale il contenuto di qualità ha due scopi importanti:

  1. Essere trovati online
  2. Rendere più facile che il visitatore online effettui una conversione, ossia compia l’azione che ci interessa (inviare una richiesta via email, registrarsi alla nostra newsletter, effettuare una prenotazione).

Creare contenuti di qualità giudicati utili o interessanti fa sì che i viaggiatori trascorrano più tempo sul vostro sito web, un fattore importante per gli aspetti legati all’indicizzazione (SEO).
Inoltre consente che il vostro sito sia indicizzato per le cosiddette parole chiave a coda lunga (“long-tail keywords”). Attualmente le parole chiave a coda lunga – ricerche che comprendono 4, 5 o più parole – generano tra l’80% il 90% del traffico di un sito web, dal momento che Google premia i siti web che offrono contenuti in grado di soddisfare queste query di ricerca molto dettagliate. Quindi vi suggeriamo di prendere in considerazione delle parole chiavi specifiche, cercando di immaginare le possibili ricerche dei viaggiatori, invece di entrare in concorrenza con le OTA o con altre grandi organizzazioni per parole chiavi molto generiche. Ad esempio, “Hotel in centro Toronto”, è una query di ricerca molto ampia e quindi con molta concorrenza, mentre “Hotel vicino il TD Centre in centro Toronto” è molto più specifica ed è probabile che ottenga un ranking migliore nei risultati di ricerca.
Uno dei modi per applicare questa tecnica è di creare dei contenuti per il vostro “target”. Immaginate il vostro ospite ideale e createne un modello (“buying persona”): cosa lo spinge a viaggiare? quali tipo di struttura ricettiva e quali esperienze gli interessano? quali tipo di attrazione cercherà vicino all’albergo? Utilizzate questa “persona” nel decidere il contenuto da creare per il vostro sito web.

Una volta creato il contenuto non lasciate che diventi obsoleto. Il sito web deve essere una cosa che vive con voi e con la vostra struttura ricettiva. Aggiornatelo con regolarità: questo non vuol dire che sarà necessario dedicare molto tempo alla creazione di nuovi contenuti. Potete semplicemente aggiungere qualche nuova foto o pubblicizzare un evento sul sito web o sui profili social.

Mantenere aggiornato il sito web facilita le interazioni con i visitatori online ed influenza in maniera positiva l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca. Un modo semplice di mantenere aggiornati contenuti è di condividere quanto creato da altri: collaborate con altre organizzazioni del vostro territorio e promuovete a vicenda la vostra offerta.

Inoltre potete creare un hashtag univoco per la vostra struttura ricettiva e incoraggiare i clienti a condividere le proprie foto sui social media utilizzando questo hashtag. Dopo aver ottenuto il loro permesso, potete condividere queste foto anche sui vostri profili social.

2. Raccontate la vostra storia

Il vostro albergo non esiste da solo: è parte di una comunità locale e i viaggiatori sono curiosi di saperne di più. Dimostrate la vostra conoscenza del territorio promuovendo ed interagendo con le realtà locali. Alcuni modi possibili sono:

  • Collaborate con gli organizzatori di festival locali e promuovetevi a vicenda. Potete chiedere di essere menzionati sul sito ufficiale dell’evento in modo che i visitatori alla ricerca di una struttura ricettiva possano prendere in considerazione il vostro albergo.
  • Promuovete gli eventi, i ristoranti e le attrazioni turistiche vicine alla vostra struttura. Avete un piatto preferito nel menu del ristorante italiano dietro l’angolo? Condividetelo sul sito web e sui social media. I viaggiatori sono sempre alla ricerca di consigli delle persone locali.
  • Mostrate le caratteristiche della zona con delle foto o un video. Sia che si tratti di una bellissima spiaggia vicino all’albergo o della vicinanza all’aeroporto, certamente la vostra proprietà avrà dei punti di forza che la rendono unica! Magari non sembrerà interessante o “sexy” a tutti ma potrà risultare attraente ad un particolare tipo di viaggiatore.

3. Ottimizzate il sito web per la SEO

Come è noto, la Search Engine Optimization (SEO) è un elemento chiave per ottenere visite al sito web in maniera naturale (cioè senza utilizzare strumenti pubblicitari), e determina la sua posizione all’interno della pagina dei risultati di un motore di ricerca (SERP: search engine results page).
La SEO va considerata come un investimento a lungo termine e come un’attività da espletare in maniera continuativa.

Ecco alcuni punti chiave da cui partire:

  • Registrate un nome dominio ad-hoc ed investite nell’acquisto di altri domini contenenti parole che possono comparire nelle ricerche dei vostri utenti target. Ad esempio qualche hanno fa l’albergo canadese Ledges Inn ha registrato un dominio il proprio nome e anche altri domini contenenti parole relative alle pesca, come lyfishinginn.com, flyfishingcamp.com, flyfishingatlanticsalmon.com e molti altri. In questo modo una dozzina di siti web collegati a Ledges Inn figurano nelle prime pagine dei risultati delle ricerche relative a fly-fishing sul fiume Miramichi.
  • Tenete sempre a mente le parole chiavi: individuate le parole chiave a coda lunga che possono essere ricercate dai vostri clienti e create dei contenuti ottimizzati per questi termini.
  • Utilizzate delle immagini ad effetto ottimizzando i metadati a corredo dell’immagine stessa.
    Assicuratevi di nominare le immagini in maniera adeguata in maniera che Google possa avere un’idea di che cosa è raffigurato nella foto. Se la vostra immagine è il sorgere dell’alba a Parigi con vista su Notre Dame, il nome dell’immagine dovrà essere qualcosa del tipo alba-notre-dame-paris.jpg e non DSC4536.jpg. Inoltre ricordatevi di inserire le vostre keywords nei campi alt text e titolo.
    Per ulteriori suggerimenti su come ottimizzare le immagini in ottica SEO vi consigliamo la lettura di quest’articolo.

4. Be Social

Non sottovalutate l’importanza dei social media nell’aiutarvi a farvi trovare online. I social media sono diventati per i viaggiatori la fonte preferita di ispirazione per la scelta delle mete e della sistemazione. Infatti l’83% delle persone decidono di fare un viaggio dopo aver visto qualcosa sui social media o sui siti di condivisione foto & video.Ecco qualche consiglio per massimizzare l’efficacia della vostra presenza social:

  • Inserite un link al vostro sito web su ognuno dei vostri canali social.
  • E’ preferibile curare la propria presenza su un numero limitato di piattaforme piuttosto che essere presenti in maniera insoddisfacente su molti social networks.
  • Scegliete i vostri canali social in base al tipo di cliente che volete attirare. Per esempio, se siete interessati ai Millennial (cioè alle persone nate intorno agli anni 2000) dovrete sicuramente essere presenti su Instagram. Se invece il vostro cliente tipo è un adulto, allora Facebook sarà il vostro social network di riferimento;
  • Pubblicate con regolarità ed interagite con chi vi sta seguendo sui social. Se qualcuno pubblica una foto di apprezzamento della vostra struttura, chiedete il permesso di ripubblicarla sul vostro sito citandone l’autore. In generale siate aperti e pronti a comunicare con vecchi, nuovi e potenziali clienti.

In un prossimo articolo esamineremo altre tecniche per aumentare le visite al sito web del vostro hotel.

[Liberamente tradotto ed adattato dall’articolo di Leonardo Blog 8 Ways To Drive Traffic To Your Hotel Website (Part 1)]

Post suggeriti
Contattaci

In questo momento non siamo raggiungibili, ma se ci mandi una email ci metteremo in contatto con te al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

prenotazioni dirette onlinetecniche di web marketing