A chi affidare la gestione dei social media del tuo ristorante?

 In Social Media

Hai già deciso la strategia sociale del tuo ristorante? Sì? Ottimo. Ora è il momento di decidere: la porterai avanti da solo o esternalizzerai la gestione dei social media del tuo ristorante?

I social media sono un mondo a parte.

E la sua gestione non è per tutti.

Un numero crescente di aziende sta iniziando a esternalizzare questa operazione. I motivi alla base del social media outsourcing sono diversi: tempo limitato, scarsità di risorse o semplicemente mancanza di esperienza sugli aspetti gestionali dei social media.

Indipendentemente dal fatto che tu voglia fare da solo o assumere qualcun altro, non puoi fare a meno dei social media.

Ormai chiunque, indipendentemente dall’età o da altre caratteristiche demografiche, ottiene la maggior parte delle informazioni da Internet. Oggi non essere presente sui social media non è la scelta giusta per un ristorante.

E di questo sei già convinto.

Tuttavia sei sicuro di avere dei profili realmente efficaci sui social media? Sai veramente quanto lavoro richiede la gestione dei social media?

Se ancora non hai deciso se affidare o meno in outsourcing la gestione dei social media del tuo ristorante, prendi in considerazione gli aspetti seguenti.

Hai abbastanza tempo per gestire gli account dei social media del tuo ristorante?

In teoria vorresti dedicare 1 – 2 ore del tuo tempo per gestire in autonomia gestire i social media del tuo ristorante. In pratica però hai bisogno di molto più tempo.

Immagina di dedicare un’ora al mattino (per esempio, alle 9:00) e un’altra al pomeriggio (ad esempio alle 14:00) per controllare i tuoi account social.

Questo vuol dire che se un cliente richiede alcune informazioni alle 15.30, dovrà aspettare almeno più di 12 ore per ricevere una risposta.

E se sei nel settore della ristorazione già da tempo, sai che non ti conviene far aspettare un cliente.

Expected time of resolution-711x400

Tempi di risposta attesi per il Customer Service sui Social Media

Lo scenario descritto nel grafico precedente mostra solo un aspetto della gestione dei social media, quello relativo alle conversazioni. In realtà la gestione dei social media comporta molti altri compiti quotidiani.

Dovrai infatti investire una quantità considerevole di tempo in:

  • Creare e pubblicare contenuti.
  • Mantenere la coerenza nel tono di voce e nella frequenza delle interazioni.
  • Impegnarti in conversazioni con i clienti.
  • Monitorare il marchio, gli obiettivi e la crescita.
  • Tenerti aggiornato sulle tendenze ed utilizzare al meglio le ultime novità.

E questa è solo una panoramica.

Analizziamo ora in dettaglio ognuna di queste attività.

Lo sapevi? Nel rapporto 2016 sullo stato dei Social Media pubblicato da Social Media Examiner è riportato che il 63% dei marketer spende più di sei ore alla settimana sui social media.

Sviluppa un flusso costante di idee per i contenuti

Riuscire a creare con regolarità contenuti per i social media è certamente uno sforzo notevole e quasi tutti sono alle prese con questo problema.

Anche se vi è un’ampia scelta di contenuti da pubblicare (v. figura seguente) e molte possibili idee per il tuo ristorante, la vera sfida è trovare il tempo per mettere insieme il tutto.

tipi di contenuto

figura Tipi contenuto

Alla base del processo di creazione dei contenuti c’è la pianificazione delle attività: comincia con la preparazione di un calendario editoriale decidendo ciò che pubblicherai e quando lo pubblicherai. Dopo aver deciso dei criteri di carattere generale, devi passare alla pratica e creare dei contenuti che potranno essere di questo tipo:

  • Immagini del tuo menu od offerte promozionali.
    Fotografa i tuoi piatti o il tuo ristorante, aggiungi il tuo logo e pubblica.
  • Contenuti generati dai clienti.
    Incoraggia il tuo pubblico a “taggarti” sulle loro foto.
  • Video.
    Fai leva sul fatto che l’interesse per i video è in continua crescita e trova il tempo per registrarli, modificarli e pubblicarli.

Non ti dimenticare di rimanere aggiornato su quelle che sono le tendenze del momento, ad esempio sfruttando i commenti di personaggi o brand famosi e pubblicando dei post creativi e divertenti che li ricordino.

Un’altra idea da prendere in considerazione è quello di fare dei post divertenti, coinvolgenti, con la giusta Call-To-Action e che si ispirino a delle festività o giorni particolari, come nel caso di Pizza Hut.

esempio pizza hut

Come vedi esistono veramente tante possibili idee sui contenuti da pubblicare. Se ti avvicini per la prima volta ai social media, potresti sentirti sopraffatto da questa abbondanza di scelte!

Suggerimento: fai una lista dei contenuti che hai già e di quelli che puoi produrre in futuro senza difficoltà. Prepara il tuo calendario editoriale con almeno 3 mesi di anticipo.

Assicurati di mantenere un flusso di pubblicazione coerente

Quando pianifichi e crei contenuti, mantieni uno stile visivo coerente. Ciò consente al tuo pubblico di riconoscerti facilmente su qualsiasi piattaforma.

Ma non c’è solo questo. Non sono solo i messaggi che veicoli versi i tuoi clienti che devono essere coerenti:

  • Il tuo ristorante ha più sedi? Le tue promozioni sui social media devono essere coerenti per tutti i punti vendita.
  • La frequenza di pubblicazione su singoli account di social media deve essere consistente. Se stai cominciando adesso, fai delle prove nei primi tre mesi in modo da trovare ciò che meglio si adatta al tuo pubblico.
  • Hai una combinazione di colori base per il tuo ristorante o per il suo logo? Cerca di utilizzare questi colori nei contenuti che pubblichi sulle tue bacheche social.

Probabilmente hai più profili social e credi di poter creare un unico contenuto e di poterlo ripubblicare identico su tutte le piattaforme. Sfortunatamente molti esperti la pensano diversamente. La pubblicazione in automatico (cioè la programmazione di post attraverso strumenti di terze parti) dello stesso contenuto su più piattaforme contemporaneamente può influire negativamente sul successo delle tue attività social.

E quindi cosa devi fare in pratica? Devi “sporcarti le mani” quando si tratta di pubblicare contenuti sui social media e cercare di farlo il più possibile in tempo reale.

Suggerimento: prendi nota di tutte le informazioni importanti. Ad esempio scrivi le caratteristiche del tuo marchio (divertente o formale, sofisticato o fast-food?). In questo modo, anche se deciderai di esternalizzare la gestione dei social media, la personalità del tuo marchio rimarrà coerente. Memorizza anche gli orari preferiti dal tuo pubblico (individuati durante il periodo di prova) dopo la prova e pubblica con regolarità in questi orari.

Il coinvolgimento del tuo pubblico deve essere al centro delle tue campagne

Se non sei in grado di coinvolgere i tuoi clienti non sarà sufficiente avere contenuti interessanti e una pianificazione temporale adeguata.

Alcuni dei modi più semplici per interagire con i tuoi clienti sono:

  • Replicare a commenti o messaggi.
  • Rispondere alle loro recensioni (positive o negative).

E questa è solo la punta dell’iceberg. I metodi di coinvolgimento possono essere semplici come quelli appena indicati oppure richiedere molto tempo come concorsi, promozioni, programmi di fidelizzazione o anche campagne pubblicitarie.

Non devi dimenticare che i social media funzionano 24 ore su 24. Anche se decidi di caricare le foto su Facebook una volta al giorno, commenti e messaggi ti possono arrivare in qualsiasi momento del giorno o della settimana.

Suggerimento: usa strumenti come chatbots per rendere più facile per i tuoi clienti fare degli ordini tramite i social media.

Monitora ed analizza i tuoi canali social con continuità

Se ti sei già dato degli obiettivi saprai quali metriche è necessario monitorare (ad esempio, clic, Mi piace, follow, ecc.).

Il vero problema non è la mancanza di strumenti per la misura delle prestazioni ma l’eccessiva quantità di informazioni da dover interpretare.

Riuscire a dare una spiegazione alla grande mole di numeri e di grafici può essere molto impegnativo.

Analizzare i dati di analisi ottenuti dal monitoraggio è più laborioso che difficile. Ogni social media mette infatti a disposizione degli strumenti che non si limitano al calcolo di semplici numeri sulle prestazioni dei tuoi post.

Le informazioni ottenute dal monitoraggio ti aiutano a capire cosa vuole il tuo pubblico e puoi utilizzarle per migliorare i tuoi post sui social media.

Un buon strumento di analisi come Google Analytics ad esempio può fornire informazioni sulle parole chiave utilizzate dai tuoi clienti.  Tuttavia, a causa delle costanti modifiche degli algoritmi, avrai bisogno di qualcuno che sia costantemente aggiornato con le ultime tecnologie dei social media.

Suggerimento: prendi confidenza con i social media e con gli strumenti prima di decidere se vuoi gestire la tua presenza online da solo o affidarti ad un consulente esterno di social media.

Puoi esternalizzare la gestione dei social media del tuo ristorante?

Ora che sai quanto tempo ti sarebbe necessario per gestire da solo la tua presenza sui social, hai più elementi per decidere se e quanto vuoi affidare in outsourcing questa attività.

Se pensi che tale attività finirebbe per assorbire completamente il tuo tempo, affidale a un’agenzia di social media o consulente freelance. Trovare qualcuno che gestisca i social media del tuo ristorante non è difficile (v. figura seguente).

come trovare outsourcing

Ma come decidi se il prezzo è giusto o meno?

Fattori da considerare prima di assumere un consulente per i social media:

  • Ambito di attività: quali sono gli aspetti dei tuoi social media che vuoi esternalizzare? Se il budget è un problema, scegli delle attività specifiche.
  • Esperienza: quanta conoscenza della piattaforma di social media possiede questa persona?
  • Affidabilità: informati leggendo testimonianze e recensioni.
  • Caratteristiche del servizio (“deliverables”): stabilisci le aspettative per i “deliverable” settimanali” (o mensili se sei più a tuo agio nel lavorare con questi parametri). Richiedi di esprimere le attività in termini quali “numero post alla settimana” oppure “nuovi utenti o nuovi follower in un mese”. In ogni caso ricordati di impostare questi parametri (KPI: Key Performance Indicator) in anticipo.
  • Costo: chiarisci se il costo sarà addebitato su base oraria, mensile o forfettaria. Secondo il sito specializzato Upwork normalmente il prezzo dipende dalla quantità di lavoro dato in outsourcing e dal numero di profili e ore che il consulente dedicherà a tali attività.

Se trovi il livello di aiuto che ti serve, e il prezzo è giusto, allora attiva subito il servizio!

Suggerimento: non sai dove trovare un consulente o un’agenzia di social media? Chiedi in giro per qualche referenza. Oppure scopri chi gestisce i profili sui social media che ti hanno particolarmente colpito piacciono nel tuo settore di attività. In alternativa, cerca i profili su LinkedIn o Google.  

Scegli il meglio di entrambe le opzioni 

Come hai visto, gestire i profili dei social media di un ristorante richiede tempo e impegno. Quindi se non vuoi farlo da solo, dovrai avvalerti dei servizi di qualcun altro.

Se sei da poco nel settore della ristorazione potresti non avere abbastanza fondi da investire in questa attività.

Oppure, se non vuoi esporti troppo dal punto di vista finanziario, prova una via di mezzo.

Se hai tempo, budget ed esperienza, considera la possibilità di assumere qualcuno. Se non puoi assumere una persona a tempo pieno, allora puoi avvalerti freelance part-time o esternalizzare ad un’agenzia compiti specifici per la gestione dei social media.

Qualsiasi sia la tua scelta, individua le aree che non puoi gestire da solo. Ad esempio, per quanto riguarda i contenuti, puoi assumere un grafico per qualche singola attività. Oppure, per quanto riguarda il monitoraggio, utilizzare un consulente di social media per ottenere una reportistica mensile. Puoi anche scegliere di dare in outsourcing la gestione di una piattaforma specifica, ad esempio solo Instagram invece di Facebook.

Infine devi ricordare che, anche se hai affidato i social media in outsourcing, non si tratta di qualcosa di cui ti puoi dimenticare completamente. Dovrai cercare di mantenere aggiornato il tuo consulente su quanto accade nella vita quotidiana del tuo esercizio commerciale, come promozioni, cambiamenti delle ore di apertura, nuovi punti vendita, nuove assunzioni, recensioni positive o negative, eventi ai quali parteciperete, etc.

La comunicazione all’interno del team è un fattore di successo.

Prendi la tua decisione per la gestione dei social media del tuo ristorante

I social media richiedono molta attenzione ai dettagli.

Puoi andare avanti senza essere “live” sui social media 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma dovrai comunque avere una presenza attiva con una certa regolarità.

Che tu lo stia facendo da solo o con il supporto di un consulente, la tua attività sui canali social dovrà essere coerente con la strategia di social media che ti sarai dato.

E ricordati di divertiti mentre sei online.

[Estratto liberamente tradotto ed adattato dall’articolo di Manisha Dhalani “Should You Handle Your Own Restaurant’s Social Media?“]

Se hai bisogno di aiuto per la gestione dei social media per il tuo ristorante, contattaci senza impegno per un preventivo o una consulenza gratuita.

 

 

 

Post recenti
Contattaci

In questo momento non siamo raggiungibili, ma se ci mandi una email ci metteremo in contatto con te al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

gestire pagina facebook aziendale-stencilpromuovere evento social media