Condividere l’acquisto sui canali offerti dalla rete è uno degli elementi trainanti dell’acquisto on-line.
Questo è quanto emerge – insieme a numerose altre informazioni  – dall’ E-commerce Consumer Behaviour Report 2011, la seconda edizione dell’indagine sui comportamenti d’acquisto online nata dalla collaborazione tra ContactLab e Netcomm – il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano.
L’indagine quest’anno ha coinvolto più di 30 operatori del settore e oltre 62.000 utenti che hanno raccontato le proprie abitudini di acquisto online.

Il ruolo del social commerce risulta sempre più importante:

  • il 40% degli intervistati reputa la condivisione sui social media (forum, blog, social networks) come fattore rilevante per l’acquisto online;
  • la scelta del sito dove effettuare l’acquisto è influenzata nel 45% dei casi dalle opinioni degli altri utenti web e, per il 57% degli intervistati, dalla presenza di un canale di comunicazione diretto con il customer care

ecommerce2011

Tra gli altri key findings emersi segnaliamo:

  • L’E-Commerce si diffonde sempre più nelle abitudini e negli spazi di vita degli acquirenti: il 3% degli intervistati acquista da smartphone e tablet.
  • Se l’acquisto da casa (87%) e indifferentemente in vari momenti della giornata (41%) cattura una buona porzione della scelta dei rispondenti, è interessante notare che il 26% delle preferenze va all’acquisto dall’ufficioe che l’acquisto serale e notturno (dopo cena, quando torno a casa dal lavoro di notte) conquista insieme la maggioranza delle preferenze (48%).
  • Anche quest’anno, oltre a prezzi più vantaggiosi, l’acquirente online richiede più comodità: l’81% di chi già compra online farebbe più acquisti se potesse concordare data e ora di consegna del prodotto. I non acquirenti sarebbero invece più propensi ad acquistare online se potessero autorizzare il pagamento dopo aver ricevuto la merce (78%) o se fosse chiaramente espressa la possibilità di restituirla se non soddisfatti (76%).
  • Interessante la differenza dei comportamenti tra i non acquirenti a seconda delle diverse fasce d’età: il 71%dei cosiddetti “nativi digitali”(10-19 anni) e il 44% dei giovani tra i 20 e i 29 anni, pur non acquistando, non considera insicuro inviare i propri dati via internet. La sicurezza diventa invece una barriera all’acquisto più rilevante al crescere dell’età.

 

Recommended Posts

1 Comment

  1. […] subscribe to the RSS feed for updates on this topic.Powered by WP Greet Box WordPress PluginDopo il recente post su E-Commerce e Social Network, torniamo sul tema del Social Commerce con questa interessante presentazione di Michael Lazerov, […]


Comments are closed for this article!