Instagram Shoppable Posts: come usarli?

 In Instagram Marketing

Gli influencer lo hanno capito da tempo: le aziende si sono spostate su Instagram perché non è solo una piattaforma per condividere splendide immagini ma anche un canale ideale per vendere dei prodotti.

I numeri parlano da soli: cinquecento milioni di utenti attivi, di cui 200 milioni visitano almeno un profilo aziendale ogni giorno.
[Nota SME: i numeri più recenti li potete trovare in questo articolo: statistiche social media aggiornate.]

Con i cosiddetti “Instagram Shoppable Posts” è possibile completare l’intero processo di acquisto con pochi clic direttamente su Instagram.

Ecco i prerequisiti richiesti e come utilizzare esattamente gli Shoppable Posts.

Perché Instagram Shoppable Posts?

Con la nuova funzionalità Instagram l’intero processo di acquisto – dalla scoperta di un prodotto al pagamento – può ora essere completato direttamente sulla piattaforma.

Il marketing e le vendite si fondono in un unico strumento: questo significa ostacoli minimi per gli acquirenti e un’accelerazione per le vendite.

Inoltre, l’80 percento degli utenti di Instagram segue già almeno un’azienda e quindi è molto probabile che potrà visualizzare dei Shoppable Posts.

Pertanto, ci sono le condizioni ottimali per integrare rapidamente questa nuova funzionalità come parte naturale dell’esperienza utente e di fare leva sulla curiosità degli utenti Instagram.

A questo contribuisce anche il fatto che i messaggi relativi agli Shoppable Posts sono contrassegnati in alto a destra con un’icona del carrello, in modo che gli utenti possano immediatamente capire di se si tratta di un articolo acquistabile direttamente su Instagram. Tutto questo può essere fatto con pochi clic, facilitando quindi la decisione di acquisto.

La funzione è anche estremamente semplice per le aziende: una volta configurata, è estremamente facile vendere attraverso la funzionalità offerta dagli Shoppable Posts. Il lavoro extra da effettuare rispetto a una foto normale è equivalente a quello di inserire un generico tag a una persona.

Nota: ad oggi gli Shoppable Posts possono essere utilizzati solo nell’app Instagram per dispositivi mobili, ma non nella versione desktop.

Quali sono i requisiti per gli Shoppable Posts su Instagram?

Vi sono alcuni requisiti per l’uso della funzione Shoppable Posts:

  • L’account deve provenire da Germania, Stati Uniti, Canada, Brasile, Regno Unito, Francia, Italia, Spagna o Australia.
  • Deve essere un account aziendale.
  • Bisogna utilizzare l’ultima versione dell’app Instagram.
  • Si deve trattare di beni fisici (servizi) che devono essere venduti in conformità con le linee guida commerciali e l’accordo di rivendita di Instagram o Facebook.
  • Si deve utilizzare un profilo aziendale e questo deve essere collegato a un catalogo di Facebook. Il catalogo può essere quello presente nel Business Manager di Facebook o può appartenere ad altri fornitori esterni come Shopify o BigCommerce, come spieghiamo meglio in seguito.

Ecco come attivare questa funzionalità

1. Caricate il catalogo dei vostri prodotti

Per vendere su Instagram bisogna per prima cosa caricare il catalogo dei prodotti.

Esistono due modi per farlo:

Opzione 1: catalogo dei prodotti tramite Facebook Business Manager

Questa funzione utilizza direttamente il vostro profilo aziendale su Facebook e vi consente di scegliere un catalogo nuovo o esistente.

In Facebook Business Manager, in Risorse, selezionate la funzione “Cataloghi”, quindi “Crea un Catalogo”.

A questo punto potete dare un nome al catalogo e specificare il tipo di prodotti (categoria) che si vogliono pubblicare.

È importante ricordare che tutti i prodotti dovranno essere sempre aggiornati in termini di prezzi, descrizione e altri dettagli in modo che le vendite via Instagram funzionino senza problemi.

Opzione 2: Negozio Facebook tramite Shopify o BigCommerce

Invece delle funzionalità di Facebook potete anche utilizzare un sistema esterno per la gestione del negozio. Di seguito riportiamo la procedura di configurazione per ognuna di queste due piattaforme.

Shopify:

Come prima cosa il canale di vendita di Facebook deve essere collegato a Shopify. Successivamente potete aggiungere Instagram come canale di distribuzione del vostro negozio Shopify.

A tale scopo, fate clic su “+” nell’area di amministrazione accanto alla scheda “Canali di vendita” e selezionate “Aggiungi canale di vendita”, “Instagram” e infine “Aggiungi canale”. Dopo queste attività tutto ciò che dovrete fare è semplicemente accedere al vostro profilo Facebook per autenticare l’account Instagram.

Per attivare questa funzionalità su Instagram, scegliete l’opzione “Azienda” e successivamente la sezione “Shopping”.

Instagram Shoppable Posts - esempio

BigCommerce:

Aprite il Channel Manager, selezionate “Facebook” e poi “Inizia”. In questa fase potete esaminare le normative sul prodotto e inserire diverse informazioni.

Questi includono, ad esempio, la corrispondente pagina aziendale su Facebook, l’indirizzo della vostra attività commerciale, un indirizzo e-mail, le possibili opzioni di spedizione e le condizioni per i cambi.

Completato questo passo inizierà l’esportazione del vostro catalogo su Facebook. Dovreste essere in grado di vedere i primi prodotti visibili su Facebook dopo una o due ore, non appena la piattaforma abbia completato la verifica del catalogo.

A questo punto potete tornare sul Channel Manager, scegliere “Instagram” e “Inizia”. Infine, dovrete confermare che il vostro negozio soddisfa le condizioni di utilizzo del servizio.

2. Collegate il negozio a un profilo aziendale Instagram

Dopo aver creato un catalogo, rimangono solo pochi passaggi per completare l’installazione. Instagram dovrà verificare l’account, cosa che può richiedere diverse ore o anche diversi giorni. Una volta completata la verifica, riceverete una notifica e sarà quindi possibile collegare il catalogo prodotti.

Per fare ciò, andate su Instagram e selezionate “Impostazioni” in “Shopping”, “Prodotti” e “Seleziona catalogo”.

Dopodiché, dovrete creare al più presto nove Post Shoppable in modo che venga creata automaticamente una scheda “Shop” sul vostro profilo, dove i follower potranno quindi trovare i prodotti acquistabili direttamente su Instagram.

3. Pubblicate uno Shoppable Post

A questo punto sarà molto semplice ed immediato creare dei Shoppable Posts su Instagram. Per iniziare, selezionate una foto come di consueto e applicate gli effetti e filtri desiderati.

Nel menu successivo, avrete ora la possibilità di contrassegnare i prodotti come shoppable nella stessa maniera con la quale si “taggano” le persone: cercate il nome del prodotto e selezionatelo dall’elenco che vi viene presentato. A questo punto potete pubblicare il post.

Potete aggiungere un tag di prodotto acquistabile anche alle foto pubblicate in precedenza. Instagram consente di inserire fino a cinque prodotti per immagine e fino a 20 per nei post multi-foto o “carosello”.

In che modo è possibile integrare gli Shoppable Posts nella propria strategia dei contenuti?

Anche se le nuove funzionalità di vendita aprono a molte opportunità, va tenuto a mente un concetto essenziale: Instagram dovrebbe continuare ad essere un luogo di intrattenimento per i suoi utenti e non trasformarsi esclusivamente in un canale di vendita.

I post di Instagram di tipo Shoppable dovrebbero quindi essere integrati in un modo naturale nella strategia di marketing dei contenuti già esistente. Ad esempio, potrete presentare e spiegare questa nuova funzionalità interagendo con i vostri follower attraverso le Storie.

Inoltre potrebbe essere utile associare il maggior numero possibile di prodotti a ciascun post, in modo che gli utenti possano gestirli in maniera più immediata ed efficace.

Dal punto di vista della strategia, potrebbe valere la pena di considerare la possibilità di inserire contenuti degli influencers all’interno degli Shoppable Post.

Molte aziende utilizzano già come strumento di marketing la collaborazione con gli influencers, specialmente su Instagram dove gli influencer hanno un peso importante e una vasta copertura.

Ogni influencer infatti è in grado di proporsi come modello (di consumo) al proprio mercato target, diventando un argomento di vendita convincente. Il coinvolgimento degli influencers, unito agli Shoppable Posts di Instagram, aumenta quindi probabilità che un utente possa acquistare il prodotto taggato.

Un’altra ottima tecnica per integrare i post di Instagram Shoppable senza essere troppo pressanti nelle vendite è fare uso dello User Generated Content (UGC). come nel caso del negozio Galeria Kaufhof: i post di tipo shoppable sono collegati ai contenuti generati dagli utenti e ad una estrazione a sorte. Ciò trasmette un senso di autenticità, avvicina i follower che si sentono coinvolti e sono spinti ad impegnarsi più intensamente con i loro contributi.

Misurate le prestazioni degli Instagram Shoppable Posts

Non dovete ovviamente trascurare l’analisi dei dati sui di Instagram. La piattaforma mette a vostra disposizione una serie di dati di Analytics per gli Shoppable Posts, che va dalle impressioni alle percentuali di clic.

Questo tipo di informazioni chiave di questo tipo vi aiuteranno a scoprire quali tipi di Shoppable Posts di Instagram hanno maggiore successo tra i vostri follower.

In questo modo, potreste sperimentare vari formati e idee creative, ottenendo informazioni dettagliate sulle preferenze degli utenti.

Un’idea delle potenzialità offerte dagli Shoppable Posts di Instagram ci viene fornita dall’esperienza di BigCommerce che ha potuto testare a marzo in anteprima questa funzione con un campione di vari marchi.

Il risultato: le aziende hanno generato aumenti del traffico fino al 2.666 percento e una crescita dei ricavi fino al 100 percento.

Liberamente tradotto e adattato dall’articolo di Pinakin Vaghela Use Instagram Shoppable Posts – Selling on Instagram

Post recenti
Contattaci

In questo momento non siamo raggiungibili, ma se ci mandi una email ci metteremo in contatto con te al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

33 statistiche instagram marketingalgoritmo instagram come funziona