Ma i leader mondiali sanno utilizzare twitter?

 In Social Media

Barack Obama è stato uno dei primi leader mondiali ad utilizzare twitter durante la sua campagna elettorale del 2008. Da allora molte altre personalità pubbliche si sono avvicinate a questo strumento. Ma di cosa “twettano”? E con che frequenza? Quali altri leader seguono a loro volta? Queste sono alcune delle domande a cui cerca di rispondere un recente articolo di Matthias Lüfkens, Associate Director of Media, World Economic Forum.
Dall’analisi emergono diversi spunti interessanti, quali ad esempio:

  • i leader non sempre si seguono tra di loro (il primo ministro australiano @JuliaGillard non segue il suo equivalente neozelandese);
  • la diplomazia online non segue immediatamente quella “off-line” (dopo il viaggio del presidente USA in Brasile, Cile ed El Salvador, l’account @Whitehouse ha iniziato a seguire solo il presidente cileno)
  • sono su twitter: 7 dei leader del G8, 15 dei leader del G20, 19 rappresentanti su 27 dei paesi dell’area EU;
  • 62 leader (appartenenti a 49 nazioni diverse) utilizzano Twitter ma solo 25 seguono a loro volta almeno un altro leader. Ciò significa che ci sono solo 300 connessioni tra di loro, mentre il numero potrebbero essere potenzialmente molto più alto (6162).

E che dire dei “cinguettii” dei politici italiani? Il numero non è elevatissimo, dovendo scontare la limitata diffusione di twitter nei confronti di Facebook.
Tra i piu’ attivi, secondo un articolo di Consenso Elettorale, sembrano esserci Pierferdinando Casini, Renato Brunetta, Pierluigi Bersani, Dario Franceschini e Roberto Formigoni.

twitter politici

Post suggeriti
Contattaci

In questo momento non siamo raggiungibili, ma se ci mandi una email ci metteremo in contatto con te al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

dati demografici facebook