Novità Linkedin 2017

 In Social Media

Sono in arrivo delle novità per Linkedin nel 2017. Il social network leader nel settore business sta infatti aggiornando la sua interfaccia utente per uniformare la versione desktop a quella mobile e, in generale, migliorare la customer experience dei suoi utenti. Al momento la nuova interfaccia utente è stata aggiornata solo per un numero limitato di utenti (circa il 5%) ma è già possibile averne un’idea grazie ad alcune anticipazioni che ci arrivano dagli USA.

novità linkedin 2017 search

Fig. 1: ricerca

La novità più importante che salta agli occhi è la modifica della funzione ricerca. Con la nuova versione dell’interfaccia, scompariranno le opzioni di ricerca avanzate nella versione gratuita del servizio e non sarà quindi possibile filtrare le proprie ricerche secondo parola chiave, nome, cognome, titolo e CAP (v. Fig. 1). Tali funzionalità continueranno invece ad essere disponibili nella versione premium e nel Sales Navigator.
Tuttavia sarà ancora possibile restringere le ricerche secondo grado di connessione (primo, secondo o terzo), località (ma senza specificare il CAP), società, settore merceologico, lingua e scuole.

novità linkedin 2017 homepage

Fig. 2: home page

Altre due funzionalità, il “tagging” dei contatti e la possibilità di salvare le ricerche, saranno disponibili nel 2017 solo nelle versioni a pagamento di Linkedin (N.B.: avete tempo sino al 31/3/2017 per salvare – tramite un’apposita opzione – i tag e le annotazioni che avete fatto per i vostri contatti).

E’ abbastanza chiara l’intenzione da parte di Microsoft, che ha investito una somma considerevole nell’acquisto di Linkedin, di incentivare il più possibile l’utilizzo delle versioni premium del servizio.

L’altra principale novità è il completo ridisegno della home page del servizio. Come si vede nella Fig. 2, ora la schermata principale è molto lineare ed essenziale: il proprio profilo nella colonna sinistra ed una zona centrale dedicata alla condivisione di articoli, foto o aggiornamenti. In particolare la parte dedicata al profilo comprende una foto, la descrizione del proprio profilo professionale, il numero di visite al profilo e il numero di visualizzazioni agli articoli pubblicati.

Diverso è anche il modo con cui viene visualizzato il profilo completo: le informazioni di contatto sono adesso nella colonna di destra e i siti web sono indicati con il loro URL completo (v. Fig. 3).

E’ anche prevista una nuova sezione, denominata Accomplishments nella versione in lingua inglese del servizio, dove inserire progetti, corsi a cui si è partecipato, brevetti, premi, etc.

novità linkedin 2017 profilo

Fig. 3: profilo

Le altre parti del profilo (in inglese: Experience, Education, Volunteer Experience, Causes, Skills, Endorsements, e Recommendations) rimangono invece sostanzialmente invariate.

Altre variazioni nell’interfaccia riguardano:

  • la sezione la mia rete, che ha ora un nuovo layout (v. Fig. 4);
  • la sezione notifiche, dove vengono raggruppate tutte le informazioni relative alle interazioni con i propri collegamenti (anniversari, persone che hanno iniziato a seguire il proprio profilo, menzioni, etc)
  • un opzione More nel menu che, analogamente alla versione per i cellulari,  raccoglie funzionalità quali LinkedIn Learning, Pubblica Offerta di Lavoro, Gruppi, ProFinder, Lookup, e SlideShare,

In conclusione le novità introdotte di Linkedin sono volte a rendere l’interfaccia più intuitiva ed omogenea con la rispettiva versione per il mobile. Il servizio dovrebbe quindi essere più facile da utilizzare anche se alcune funzionalità saranno disponibili solo nella versione a pagamento.

Per maggiori informazioni sulle novità Linkedin 2017 vi suggeriamo la lettura dell’articolo di Viveka Von Rosen, pubblicato sul Social Media Examiner.

novità linkedin 2017 la mia rete

Fig. 4: la mia rete

 

Post suggeriti
Contattaci

In questo momento non siamo raggiungibili, ma se ci mandi una email ci metteremo in contatto con te al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

tendenze social media 2017intervista a Roberto Grossi