http://www.netaffinity.com/netaffinity_news.html/15-hotel-marketing-trends-for-2015

Con il 2014 già alle spalle iniziamo a chiederci quali novità o conferme dobbiamo aspettarci nel nuovo anno per l’online marketing turistico. A questo ci dà una mano l’infografico Hotel Marketing Trends for 2015 realizzato da NetAffinity e che riassume i principali trends per il 2015 del marketing online per gli hotel.

http://www.netaffinity.com/netaffinity_news.html/15-hotel-marketing-trends-for-2015
Clicca per visualizzare l’intero infografico

 

Come si vede dalla lettura dell’infografico, sono diversi i fattori destinati a giocare un ruolo importante nella scelta delle tattiche e delle strategie consigliate agli operatori turistici per continuare ad attrarre e fidelizzare i propri clienti. Senza voler entrare nel dettaglio di ognuno di questi fattori voglio però evidenziare quelli che reputo meritare una particolare attenzione nel corso del 2015.

Mobile

La crescita dell’utilizzo di tablet e cellulari sembra inarrestabile ed anche nel settore del turismo lo smartphone è destinato a diventare lo strumento preferito per organizzare e pianificare un viaggio. Secondo alcune indagini – si veda ad esempio quella di Usablenet, da cui è tratta la Fig. 1 – già un viaggiatore su cinque utilizza il proprio telefono per le prenotazioni. Altre fonti prevedono che questa percentuale possa salire al 25% (cioè un viaggiatore su quattro).

Mobile booking

Fig. 1: Piattaforme preferite dai viaggiatori per il booking online? (Fonte: indagine usablenet, 2014)

Investire sulla propria casa digitale

Il viaggiatore medio visita un numero di siti sempre maggiore prima di arrivare ad una prenotazione: i portali delle OTA, social networks, blog, etc. Avere una presenza sui social networks è importante ma non si deve dimenticare che si tratta sempre di uno spazio condiviso e soggetto all’autorità di un terzo (che può quindi fare il bello e cattivo tempo). Il crescere del numero dei potenziali punti di contatto con il viaggiatore richiede agli operatori del settore turistico di stabilire, ottimizzare e mantenere aggiornata una “casa digitale”, cioè una propria presenza nel mondo online.

Diminuzione Facebook organic reach

Fig. 2: Il trend dell’organic reach di Facebook (Fonte: Ogilvy)

Pubblicità sui social networks

Che ci piaccia o no, il periodo d’oro in cui i social network promettevano facile visibilità e campagne “virali” è ormai tramontato. Il cosiddetto organic reach di una piattaforma come Facebook è in costante diminuzione (v. Fig. 2). Questo vuol dire una sola cosa: con l’aumentare del numero di contenuti che vengono scambiati in rete ogni giorno, è necessario investire in pubblicità per avere visibilità su internet, Facebook, Twitter e altri social media.

Il carrello abbandonato

Come nel caso dei sistemi dei sistemi di e-commerce, dove si parla del fenomeno del carrello abbandonato, anche per i siti web degli hotel acquista una dimensione rilevante la percentuale di visitatori che abbandona la pagina di prenotazione senza completare la transazione. Secondo un’indagine condotta da SalesCycle, ben l’81% dei visitatori abbandona il booking online prima del tempo. Questo deve far riflettere sull’efficacia della soluzione di booking online utilizzata e valutare l’adozione o il potenziamento di attività di web marketing come retargeting and emailing.

Riepilogando

Sono numerosi gli aspetti che le strutture ricettive dovranno da tenere in considerazione per valorizzare al massimo la propria presenza on line nel 2015. Tra queste dovranno avere una priorità

  • sito web aggiornato ed ottimizzato per i motori di ricerca e per la visualizzazione da dispositivi mobili (sito web responsive)
  • sistema di direct booking performante
  • pubblicità su web e social media (Google Adwords, Facebook Ads) includendo tecniche di re-targeting
  • e-mail marketing

Recommended Posts