33 statistiche Instagram marketing (aggiornamento 2019)

33 statistiche instagram marketing

Nei suoi 9 anni di vita Instagram ha ormai trasformato il modo in cui le persone comunicano sui social media. Come piattaforma di social media focalizzata sulla condivisione di foto sui cellulari, è stata in grado di costruire una larga base di utenti e di accendere l’interesse di Facebook, che la ha poi acquisita nel 2012.

Se sei un social media manager probabilmente hai già incluso Instagram nell’elenco delle possibili piattaforme da utilizzare per coinvolgere la tua audience. Per questo motivo abbiamo raccolto un elenco di statistiche di Instagram che potrai utilizzare per comprendere meglio questo social network e per formulare un efficace piano di marketing per Instagram.

[AGGIORNAMENTO MAGGIO 2019]

Ecco quindi 33 statistiche Instagram per i social media manager.

  1. Instagram è stato ideato il 6 ottobre 2010 ed è stato acquistato da Facebook il 9 aprile 2012 per 1 miliardo di dollari.
  2. Il 32% degli utenti Internet è anche un “Instagrammer”.
  3. Il brand engagement su Instagram è 10 volte superiore a quello su Facebook, 54 volte a quello su Pinterest e 84 volte a quello su Twitter.
  4. I video su Instagram ricevono un coinvolgimento 2 volte maggiore rispetto alle immagini di qualsiasi altra piattaforma di social media. Se i contenuti visuali sono importanti per il settore in cui operi, allora devi seriamente prendere in considerazione il marketing su Instagram.
  5. Anche se 77,6 milioni di utenti di Instagram provengono dagli Stati Uniti, l’80% degli utenti di Instagram si trova fuori degli USA. In effetti la distribuzione globale degli utenti di Instagram è più ampia di quello che si potrebbe pensare.
  6. E’ noto che Instagram è utilizzato principalmente dal pubblico più giovane, ma che fascia di età hanno esattamente gli utenti di questo servizio? Secondo lo studio del Pew Research Center, la maggior parte degli utenti di Instagram ha tra i 18 e i 29 anni. Quindi se questo è il tuo target demografico, dovresti dedicare a Instagram un’attenzione speciale.
  7. Il 60% degli adulti online ha un account Instagram: se vuoi coinvolgerli sui social media non puoi trascurare il marketing su Instagram.
  8. A distanza di 24 ore dall’introduzione della funzionalità di condivisione video su Instagram, erano già stati caricati oltre 5 milioni di video.
  9. Il 90% dei 100 migliori brand al mondo ha una presenza su Instagram.
  10. Secondo Pew Research Center, è più probabile che le donne utilizzino Instagram più degli uomini (38% vs. 26%). Per questo motivo i marchi del settore “lifestyle” con prodotti per donna ottengono risultati eccezionali su Instagram.
  11. Gli influencer di Instagram guadagnano a volte $ 100.000 per un post; ma ciò non significa che tutti gli influencer di Instagram siano irraggiungibili per il tuo budget. Per ottenere buoni risultati dovrai semplicemente trovare l’Instagrammer più influente nella tua nicchia di mercato.
  12. Il 32% degli adolescenti che utilizzano Internet considera Instagram la piattaforma di social media più importante. Una buona parte del tuo pubblico più giovane potrà quindi essere raggiungibile attraverso il marketing su Instagram.
  13. Secondo il parere di un’esperta Instagram, oltre il 25% degli utenti di Instagram guadagna $ 75.000 o più ogni anno.
  14. L’account “Instagram” ha il maggior numero di utenti sulla piattaforma. Al secondo posto si trova quello di Selena Gomez con 124 milioni di utenti. Beyonce, con la foto con la quale annunciava la sua gravidanza, detiene il record per il post Instagram con il maggior numero di like.
  15. La community di Instagrammer può vantare 1 miliardo di utenti e ha oltre 500 milioni di Instagrammers attivi.
  16. Tra gli utenti del social network, il 51% dichiara di utilizzare quotidianamente i propri account Instagram, mentre il 35% ammette di controllare i propri feed di Instagram diverse volte (fino a 7 volte) al giorno.
  17. Il 50% degli gli utenti Instagram segue almeno un account aziendale. Si tratta di un pubblico potenziale di circa 200 milioni di utenti attivi e il 60% dei membri di quel pubblico afferma di aver essersi informato sulle attività di business di un marchio proprio su questa piattaforma.
  18. Il numero di foto e video condivisi giornalmente su Instagram è di circa 100 milioni. Ciò vuol dire che per non passare inosservato ed ottenere il coinvolgimento del tuo pubblico i tuoi post su Instagram dovranno essere ottimizzati per la ricerca e l’engagement.
  19. Dal momento della partenza del servizio sono stati caricati sulla piattaforma oltre 40 miliardi di fotografie e video. Questo numero è un chiaro indicatore del livello di coinvolgimento che gli utenti hanno con questo social media o, in altre parole, un segno rivelatore del potenziale della piattaforma in termini di UGC (User Generated Content – contenuto creato dagli utenti).
  20. Ogni giorno 300 milioni degli utenti Instagram utilizza la funzione “Storie“.
  21. Il numero di selfie su Instagram a dicembre 2016 è stato di circa 300 milioni, a conferma di quella che è diventata ormai un’abitudine consolidata su questa piattaforma social.
  22. Ogni mese ci sono poco meno di 17 milioni di ricerche su Google per la parola “Instagram” e 165.000 ricerche su Google per il termine di ricerca “Kylie Jenner Instagram”.
  23. Oltre 25 milioni di aziende hanno account Instagram, quindi è molto probabile che la tua concorrenza (o quella del tuo cliente) sia presente su Instagram.
  24. Di queste 25 milioni di aziende, ad oggi un milione sono inserzionisti attivi, con un aumento di 800.000 inserzionisti rispetto a marzo 2017. Questo rapido aumento del numero di annunci pubblicitari su Instagram è una chiara indicazione del potenziale della piattaforma nell’aiutare le aziende a raggiungere e coinvolgere il proprio target.
  25. Una grande percentuale (60%) dei principali marchi presenti su Instagram utilizza lo stesso filtro in tutte le sue foto pubblicate sul social network.
  26. I post su Instagram con almeno un hashtag rilevante ottengono il 12,6% in più di engagement rispetto a quelli senza hashtag. Inutile dire che l’utilizzo di hashtag appropriati può migliorare notevolmente i risultati delle tue attività su Instagram.
  27. <3 è l’emoji più popolare su Instagram.
  28. Clarendon, Gingham e Juno / Lark sono i filtri più popolari tra gli Instagrammers.
  29. Pizza, bistecca e sushi sono i cibi più popolari su Instagram.
  30. Secondo uno studio, un contenuto pubblicato su Instagram ha maggiori possibilità di successo quando è pubblicato il mercoledì alle ore 17:00. Tuttavia è possibile trovare il momento migliore per coinvolgere i membri della tua audience eseguendo un semplice esperimento. Pubblica lo stesso contenuto in giorni diversi e momenti diversi e individua il giorno e l’ora con il maggior coinvolgimento.
  31. Nel solo mese di marzo 2017, oltre 120 milioni di Instagrammers hanno risposto a specifiche richieste di Call To Action (CTA), visitando siti Web, contattando o inviando email ad aziende. Instagram è chiaramente una piattaforma di social media particolarmente adatta per invogliare il tuo pubblico ad seguire i tuoi suggerimenti.
  32. Secondo Statista, le entrate pubblicitarie di Instagram nel 2016 sono state di oltre 1,86 miliardi, il 144% in più rispetto a quanto fatturato nel 2015, e il numero è quasi raddoppiato a inizio 2018 per diventare 3,64 miliardi.
  33. Circa 140.000.000 Instagrammers affermano di essere stati oggetto di cyber-bullismo sulla piattaforma, il che rende importante per i brand tenere sempre presente la sicurezza e il comfort dei propri fan quando vengono inseriti nei contenuti o nelle varie forme di interazione.

Adesso è proprio tutto. Rimanete in contatto per ricevere aggiornamenti su questi numeri.

[Liberamente tradotto ed adattato dall’articolo di Disha Dinesh 33 Instagram Marketing Statistics for Social Media Managers in 2018]

Nota: Questo articolo è stato inizialmente pubblicato nella nostra newsletter Social Media Easy News che inviamo mensilmente agli utenti registrati.
Vuoi registrati anche tu? Registrati qui

Se siete particolarmente interessati alle statistiche, allora forse vi potranno interessare questi altri articoli del nostro blog:

28 statistiche Facebook che non potete permettervi di trascurare

Statistiche video marketing

Statistiche Social Media

 

Come usare gli hashtag di Instagram nel 2018

I post su Instagram con almeno un hashtag ricevono il 12,6% in più di engagement rispetto a quelli senza…è un dato di fatto (studio di Simply Measured,2014)!

Gli hashtag possono sembrare la moda dei giovanissimi, ma sono fondamentali per la tua attività e la tua presenza online. E’ dimostrato che il loro utilizzo nei post di Instagram aumenta la copertura, attira nuovi segmenti di pubblico sul tuo profilo, crea un maggiore coinvolgimento e aumenta la consapevolezza del tuo marchio …

… e questi guadagni in termini di esposizione possono essere trasformati in più clienti e successivamente in maggiori ricavi.

Ma devi sapere come usarli!

In questo articolo metteremo insieme diversi suggerimenti, come le cose da fare,  strumenti (GRATUITI) per la gestione di hashtag, un modo per analizzare il tuo successo e le tattiche che da evitare assolutamente.

Ti è venuta l’acquolina in bocca?

#OraCominciamo (mi dispiace, non sono riuscito a resistere!)

Cosa sono gli hashtag di Instagram?

Per essere sicuri di essere tutti allo stesso livello, sia che siate dei neofiti o che pubblichiate 10 post al giorno, dobbiamo partire dai concetti fondamentali.

.. Ecco quindi una breve descrizione di cosa sia esattamente un hashtag di Instagram e a cosa serva: un hashtag di Instagram è fondamentalmente un’etichetta che categorizza foto e video.
L’hashtag li aggiunge a una raccolta di altri contenuti (con lo stesso hashtag) in modo che gli utenti possano trovare, esplorare e, con l’ultimo aggiornamento avvenuto nel 2018, seguire post contenenti uno specifico hashtag. Etichettare un contenuto con gli hashtag corretti lo rende molto più facilmente individuabile.

Quanti hashtag dovresti usare? 

Instagram consente agli utenti di inserire fino a un massimo di 30 hashtag su ogni post. In realtà puoi anche inserirli da un’altra parte (lo vediamo più avanti).

Quando si parla del numero di hashtag da usare abbiamo a che fare con centinaia di opinioni diverse. Qualcuno suggerisce di usare il massimo di 30 su ogni post, mentre altri dicono che ne dovresti usare solo 7. Ma ho anche visto articoli che suggeriscono l’uso di 21, 2, 5 hashtag… …

quasi ogni numero inferiore a 30 è stato suggerito come numero ottimale …

…e ognuno di loro è corretto.

Perché? Ogni singolo post, profilo, marchio o settore richiede un numero diverso di hashtag.
Indipendentemente dal numero che scegli di adottare (ricordati sempre di fare dei test) assicurati che gli hashtag che usi siano effettivamente rilevanti. Non arrivare a 30 solo per il gusto di farlo, e non limitarti a 1 o 2 solo perché sei troppo pigro per trovarne altri.

Per avere successo su Instagram, devi pubblicare contenuti con regolarità. Ciò ti consente di avere tantissime opportunità per sperimentare ed individuare il numero ottimale di hashtag.

Come usare gli hashtag di Instagram 

Trova i migliori hashtag

Usare gli stessi hashtag più e più e più volte non è la strada migliore da percorrere. È una strategia poco efficace che viene adottata da chi si limita a pubblicare un post su Instagram, senza preoccuparsi di come raggiungere più persone. Possiamo dire la stessa cosa di chi utilizza in continuazione i migliori 30 hashtag della propria nicchia. Se da un lato questi hashtag hanno una copertura più ampia, dall’altro hanno anche maggiore concorrenza, il che significa che le possibilità di raggiungere qualche nuova persona sono drasticamente ridotte.

Instagram classifica i messaggi contenenti hashtag secondo due parametri:

  1. Il livello di coinvolgimento: quante volte il post è stato gradito e commentato.
  2. La velocità con cui è stato raggiunto il livello di engagement, cioè quanto velocemente il tuo post ha ricevuto i suoi Mi piace e relativi commenti.

Se hai appena iniziato, o hai un pubblico piccolo (meno di 5000 followers) o stai pubblicando qualcosa che non ha caratteristiche particolarmente coinvolgenti, non limitarti agli hashtag più popolari.
Io suggerirei di usarne solo alcuni, cercando invece di avere più visibilità con hashtag meno usati. Questi hashtag “più piccoli” hanno una concorrenza minore e possono avere delle comunità molto più coinvolte …

… ma dove li puoi trovare?

Inizia cercando gli hashtag “di tendenza” pertinenti. Le tendenze possono essere di breve durata, ma sono in grado di ottenere il coinvolgimento e l’interesse di molte persone. Se riesci a ottenere commenti e Mi piace in un breve lasso di tempo con queste “tendenze”, salirai più in alto nella classifica degli hashtag più famosi di Instagram.

Un’altra strategia è quella di attirare un pubblico di hashtag poco usati e ultra-specifici. In questo caso i follower sono molto fidelizzati e certamente interessati al tuo settore. Inoltre la competizione è molto limitata. A priori potresti pensare di avere una copertura potenziale più piccola usando questo tipo di hashtag come questi, ma in realtà la tua copertura effettiva dovrebbe essere molto più alta. 

Suggerirei quindi di provare una strategia per gli hashtag suddivisa in tre parti: top, di tendenza e ultra-specifici e poi verificarne i risultati.
(Non preoccuparti, più avanti ti mostrerò come analizzare le performance della tua strategia).

Ma aspetta, non abbiamo ancora finito …

… alcuni di voi potrebbero pensare, ‘ottimo consiglio, ma come diavolo faccio a trovare gli hashtag più popolari del mio settore, o quelli di tendenza?’

La risposta è un generatore di hashtag. Gli strumenti digitali di questo tipo utilizzano una parola chiave per generare una serie di possibili hashtag. Tra questi il mio preferito è all-hashtag.com.

Questo strumento GRATUITO ti consente di cercare una parola chiave e generare 30 hashtag “TOP”, “RANDOM” o “LIVE”. Ecco un esempio dopo aver cercato gli hashtag principali (“TOP”) per “marketing”:

all hashtag

E se questi risultati non fossero abbastanza vi è anche una lista di alternative

alternative hashtags

Il sito ha anche uno strumento per analizzare i singoli hashtag, fornendo dati relativi al rank,  risultati, parole simili e popolarità del termine scelto.

(N.B: Il sito è GRATUITO e non ho assolutamente nessun legame di affiliazione con questo servizio –  penso che solo che sia un fantastico servizio che meriti di essere segnalato) .

Strumenti come tutti i generatori di hashtag sono un ottimo modo per trovare nuovi hashtag, ma non devi affidarti completamente a questi servizi online. Assicurati di tenere d’occhio i concorrenti e i leader del settore. Analizza gli hashtag dei loro post, la loro portata e i tipi di contenuti che utilizzano.

Dove utilizzare gli hashtag di Instagram

Instagram ha recentemente aggiornato la sua funzionalità STORIA includendo la possibilità di aggiungere hashtag. Ciò significa che puoi inserire un hashtag sulla tua foto o video e la STORIA potrà essere scoperta attraverso lo specifico hashtag e non visualizzata solo dal tuo pubblico.

La funzione STORIA di Instagram è qualcosa che dovresti adottare immediatamente, dal momento che le storie compaiono sempre nella parte superiore della home page, ottengono molte visualizzazioni e forniscono al tuo attuale pubblico aggiornamenti regolari sulle tue attività (il modo più semplice per incrementare la tua audience è quello fornire contenuti ai tuoi followers con regolarità).

La cosa più importante è che ora puoi usare gli hashtag per un duplice scopo: aggiornare la tua audience con contenuti quotidiani di qualità, divertenti e interessanti, e al tempo stesso raggiungere nuovi utenti.

Nelle storie suggerirei di utilizzare solo un hashtag per post. E’ sufficiente un singolo hashtag per caratterizzare le immagini della tua storia: esagerare con gli hashtag potrebbe avere il risultare di peggiorare la qualità dei contenuti e allontanare i tuoi follower.

Gli hashtag di Instagram possono e dovrebbero essere utilizzati anche nella tua biografia. La biografia è il breve testo che appare sotto il nome del tuo profilo. Instagram consente 150 caratteri, ed è importante utilizzarli tutti!

Crea una biografia snella che riassuma esattamente chi sei e cosa fai. Nello spazio rimanente dovresti avere abbastanza spazio per uno o due hashtag. Questi appariranno come collegamenti in blu e cliccabili, quindi se qualcuno di voi vorrebbe utilizzare hashtag con il proprio brand, la biografia è il posto dove metterli … … e con questo arriviamo appunto alla nostra prossima domanda …

Cosa sono i branded hashtag (hashtag di marca)?

In poche parole, un branded hashtag è qualcosa che si riferisce alla tua azienda o al tuo profilo. Può essere semplice come il tuo nome, un prodotto, una campagna o anche uno slogan.

L’uso di un hashtag di marca non aumenterà la tua copertura immediatamente (perché dovrai crearla da zero), ma può metterti in contatto con i clienti e chiunque abbia un’opinione sul tuo marchio. Se questo hashtag crescerà e diventerà utilizzato da più persone sarai in grado di raccogliere enormi benefici in termini di condivisione organica.

Il social listening dovrebbe essere una parte rilevante della tua strategia di marketing e i branded hashtag sono un ottimo modo per farlo. Prova ad utilizzarne uno!

Come analizzare gli hashtag di Instagram 

Spero che molti di voi sappiano già come tracciare la visibilità dei propri hashtag e abbiano iniziato a testarli e ad analizzarne il comportamento da tempo … … se non l’hai fatto, non ti preoccupare, ti spiegherò come farlo passo dopo passo.

Il segreto per far questo è l’Instagram Business Manager. All’interno di questo utile componente aggiuntivo puoi tenere traccia delle statistiche attraverso la funzione Discovery, che rivela (oltre ad un’infinità di altre cose) il numero di impressioni (visualizzazioni) che hai ottenuto per ogni post attraverso un hashtag. Questi dati sono assolutamente cruciali …

… se non lo hai già fatto, consulta questa guida per impostare il tuo profilo Business Manager Instagram. Ti mostra esattamente come si fa!

Quando riesci a vedere quante impressioni ogni post ottiene dagli hashtag e quante nuove persone hai raggiunto, puoi utilizzare i dati di analisi e migliorare i risultati nei post futuri.

Questo è il motivo per cui è così cruciale fare dei test. Evita di ripetere sempre la stessa cosa: rischi di non scoprire dei fatti importanti!

Come NON usare gli hashtag di Instagram

Utilizzare hashtag vietati

Indovina quanti Instagram di hashtag sono stati “bannati”?

17.364 (al momento della scrittura di questo articolo).

E quel che è peggio è che Instagram non ti dice se un hashtag che stai utilizzando è vietato. L’hashtag sembra lecito e rimane inserito sul tuo post, tuttavia è come se non esistesse!

Alcuni di voi penseranno di non aver violato nessuna regola e che non abbiano mai usato hashtag che potesse essere interpretati come offensivi. In realtà non è così: secondo il giudizio di Instagram alcuni dei più banali hashtag che hai visto sono esclusi dalla loro rete.

Ecco cinque degli hashtag vietati che reputo particolarmente interessanti:

  • #Eggplant
  • # Snap
  • #Desk
  • #Gloves
  • #Master

Quindi potresti usare questi hashtag nella tua biografia, nella tua STORIA o sotto il tuo prossimo post, ma in realtà non sarebbero visti da nessuno.

Prima di utilizzare una lunga serie di hashtag, ti consiglio di prepararne una lista e controllarli su bannedhashtags.com. Potresti essere sorpreso dal risultato!

banned hashtags

Utilizza solo i principali hashtag di Instagram

Come ho detto prima, usare SOLO i migliori hashtag di Instagram è una strategia sbagliata. Stai praticamente cercando di combattere sul ring contro un peso massimo, mentre hai appena imparato a usare un paio di guanti da boxe.

Combina la tua strategia di hashtag con la costante analisi della concorrenza, l’utilizzo di generatori di hashtag e naviga la rete per capire quali sono gli ultimi argomenti di tendenza … … e non dimenticare mai di mantenere questi hashtag assolutamente rilevanti!

Non usare abbastanza gli hashtag

Se c’è una cosa che odio benevolmente, sono le persone che pensano di essere troppo brave per certe strategie digitali. In qualità di marketer, imprenditore o manager, hai l’obbligo nei confronti della tua azienda di fare sempre la scelta migliore per arrivare al successo.

Credere che tu sia già troppo bravo per utilizzare gli hashtag, o semplicemente non preoccuparsi di mettere in pratica alcuni accorgimenti, è fondamentalmente stupido. Potresti pensare che gli hashtag siano stupidi, ma in realtà sei tu lo stupido…

Inserisci nei tuoi post il maggior numero di hashtag rilevanti o di tendenza o pertinenti per la tua nicchia, e vedrai i risultati. E non dimenticarti di tenere sempre a mente il tuo pubblico di riferimento.

Se tutto questo funziona per il 100% delle altre persone, probabilmente funzionerà anche per te. 

Conclusioni

Gli hashtag di Instagram sono un must assoluto per le tue campagne di social media marketing.

Questa funzionalità, tanto utilizzata su Twitter, è ora diventata una caratteristiche fondamentale su un social network ancora più grande.

Attualmente Instagram vanta oltre 1 miliardo di utenti attivi al mese, e l’utilizzo di una forte strategia di hashtag  è probabilmente la tua migliore speranza di avere più followers.

#sietepronti? #qualchedomanda? #lasciauncommento!

[Estratto liberamente tradotto ed adattato dall’articolo di Josh Barney “How to Use Instagram Hashtags (and How Not To) in 2018“]

 

15 modi per aumentare i followers su Instagram

aumentare follower instagram

Vuoi altri follower su Instagram – ma che siano veri? Vuoi aumentare il coinvolgimento, utilizzare in maniera efficace gli hashtag e attirare gli utenti al tuo profilo Instagram? Scopri le nuove strategie ottenere più follower su Instagram nel 2018!

La tua crescita su Instagram è in fase di stallo? Pubblichi regolarmente ottimi contenuti, ma tuttavia il numero dei tuoi follower continua a rimanere lo stesso?

Se è così, dai un’occhiata a questi 15 tecniche per diventare popolari su Instagram più rapidamente di quello che pensi!

1. Collabora con un altro utente Instagram nella tua nicchia

Rivolgiti agli utenti Instagram che hanno già un seguito nella tua nicchia o nel tuo settore per proporre una promozione reciproca. Perché questo funzioni, è necessario trovare utenti che abbiano un pubblico di dimensioni simili al tuo, e anche un target simile o complementare.
Alcuni modi per utilizzare questa strategia:

  • Organizza un “cambio di gestione” – dove ognuno prende in gestione per un giorno l’account dell’altro
  • Condividi i post del tuo partner
  • Co-ospita un concorso di “tagging” reciproco nei vostri post

Ricorda, il tuo obiettivo in questa strategia è creare un tuo pubblico, quindi assicurati di offrire i tuoi contenuti migliori in modo da attirare il maggior numero possibile di follower!

2. Usa hashtag popolari e di tendenza

Probabilmente sai già quanto siano importanti gli hashtag per il tuo Instagram marketing. Se non ne sei al corrente, potrebbe esserti utile leggere prima questo post! In breve, l’uso di hashtag su Instagram consente alle persone esterne al tuo attuale gruppo di follower di trovarti e seguirti.

Esistono tre strategie principali per utilizzare gli hashtag per ottenere più follower su Instagram:

  • Utilizza gli hashtag popolari che il tuo pubblico target sta già utilizzando. Questo ti aiuterà a guadagnare follower molto più mirati. Questa è la strategia che consiglio se vuoi follower altamente profilati!
  • Utilizza hashtag estremamente popolari che vengono cercati più spesso (ad es. #love, #fotooftheday, ecc.)
  • Utilizza gli hashtag concepiti per ottenere “Mi piace” e follower (ad es. “Like4like”, “follow4follow”). Usa questa strategia con parsimonia, poiché la qualità di questi follower probabilmente non sarà la migliore!

Per ulteriori suggerimenti sull’utilizzo degli hashtag per ottenere follower, leggi questo articolo.

3. Usa un numero ottimale di hashtag

Qual è il numero ottimale di hashtag da usare? In genere viene consigliato di utilizzare da 2 a 30 hashtag per post; tuttavia, la ricerca più recente sembra indicare che 8 hashtag sono il numero perfetto per aumentare i “Mi piace” – cosa che alla fine può portare ad una maggiore portata e ad altri seguaci. Se 8 hashtag ti sembra un numero adeguato, ti suggerisco di cominciare ad utilizzarli partendo da un numero inferiore di hashtag e poi di aumentarli gradualmente per vedere per quale numero hanno maggiore successo  i tuoi post.

SUGGERIMENTO RAPIDO … fai una lista dei tuoi hashtag sul tuo telefono, magari suddividendoli anche in due o tre liste, in modo da non doverli “ricordare” quando vai a pubblicare un post su Instagram. In questo modo sarà più semplice fare “taglia e incolla” nel tuo post Instagram.

4. Incorpora post Instagram sul tuo blog

Un ottimo modo per invogliare i visitatori del tuo sito Web a seguirti su Instagram è incorporare i tuoi post Instagram sul tuo sito web o blog. Ciò consente ai tuoi visitatori di vedere e interagire con il tuo post direttamente sulla tua pagina. Facendo clic sul logo Instagram del post, verranno portati su Instagram dove potranno anche vedere gli altri tuoi contenuti … e potenzialmente seguirti.

NOTA: l’incorporamento non è attivabile se il tuo account Instagram è impostato su privato. Se vuoi condividere i post sul tuo sito, assicurati di impostare questi post come pubblici!

5. Prova a postare su Instagram una o due volte al giorno

Ricerche recenti sembrano suggerire che postare almeno una o due volte al giorno è ottimale per aumentare la copertura, i like e le condivisioni – e quindi anche i follower. Ovviamente va ricordato che questi risultati sono basati su valori medi: alcuni account avranno successo pubblicando più di 10 volte al giorno, mentre altri otterranno migliori risultati postando 2-3 volte al mese!
Ecco un semplice esperimento che puoi fare per scoprire ciò che funziona meglio per i tuoi post. Inizia a pubblicare una volta al giorno e tieni traccia di quante interazioni ottieni per ogni post e l’eventuale incremento dei follower. Aumenta gradualmente il numero dei post, provando diverse frequenze di pubblicazione, fino ad individuare quella che da i migliori risultati e che è compatibile con le tue esigenze di tempo e la tua disponibilità!

6. Fai un like alle foto degli altri

Fare un like alle foto di altri è uno dei modi migliori per ottenere più follower su Instagram. La chiave per utilizzare questa strategia con successo è quella di apprezzare le foto delle persone che appartengono al tuo target di mercato – piuttosto che limitarsi ad esprimere il gradimento di foto di persone scelte a caso.

7. Gestisci un concorso su Instagram

I concorsi su Instagram sono un ottimo modo per aumentare la tua visibilità e la tua “reach”, dal momento che i tuoi follower possono taggare i loro amici per informarli del concorso. Infatti, le ricerche fatte da Tailwind hanno rilevato che gli account che usano i concorsi di Instagram riescono a far crescere i loro follower in media il 70% più velocemente di quelli che non lo fanno!

Alcune delle strategie che puoi utilizzare per ottenere il massimo dai tuoi concorsi:

  • Richiedere ai partecipanti di seguire il tuo account per essere ammessi al concorso
  • Chiedere ai partecipanti al concorso di pubblicare delle loro foto aggiungendo come hashtag il tuo marchio
  • Ricordare ai partecipanti di fare un like al post con il quale annunci il concorso

Naturalmente, assicurati di seguire le regole ufficiali dei concorsi Instagram in modo da evitare che questa iniziativa non diventi per te controproducente!

8. Sfrutta le altre connessioni ai social media 

Non dimenticare di far sapere ai tuoi fan attuali, follower e contatti e-mail della tua presenza su Instagram! Utilizza un badge Instagram o il pulsante Segui sul tuo sito e chiedi ai tuoi contatti e fan di seguirti su Instagram.

Condividi post popolari e interessanti con la tua mailing list, con i fan della tua pagina Facebook e i lettori del blog, e chiedi contributi, feedback o commenti. Dovresti anche chiarire perché le persone dovrebbero seguirti su Instagram. Ad esempio, “Seguici per essere informato di offerte speciali” o “Seguici per scoprire nuovi concorsi o promozioni”.

9. Lascia dei commenti significativi

Fare un like alle foto degli altri è una buona idea, ma lasciare commenti può essere una tecnica ancora migliore. Le persone sono infatti più inclini ad interagire e voler sapere di più su di te quando interagisci con i loro contenuti. Non chiedere alle persone di seguirti! Lascia piuttosto un commento indicando cosa ti piace della loro foto: questo farà risaltare il tuo commento tra tutti i commenti e i generici “Mi piace”. Sue B. Zimmerman, esperta di Instagram, suggerisce di spingere questa strategia avanti un passo avanti, assicurandosi di lasciare un commento ben consegnato. Ecco cosa suggerisce in pratica: “trova 10-20 persone che hanno un pubblico simile al tuo e abituati a lasciare commenti ben congegnati sui loro post più recenti. Come commentatore più recente su questi post, sarà più probabile che le persone vedano i tuoi commenti e siano propensi a fare clic sul tuo account, a patto che il tuo commento sia effettivamente interessante, divertente o unico“.

In altre parole, pubblicare una foto ad effetto non è abbastanza!

10. Pubblica immagini con citazioni

Se mi segui sui social media, sai che sono un grande fan delle immagini con citazioni! Sono veloci e facili da creare e possono avere un grande impatto sul tuo pubblico. Possono essere usati per educare, ispirare, motivare o semplicemente intrattenere … e sono molto efficaci per ottenere condivisioni, like e follower.

Non sei sicuro che questa sia una strategia efficace? La rivista Foundr ha deciso di pubblicare ogni giorno su Instagram immagini contenenti aforismi. Poiché il loro target erano gli imprenditori, hanno pubblicato citazioni che sapevano sarebbero a piaciuti a questo tipo di pubblico. E i risultati? In 5 mesi, sono cresciuti da 0 a 110.000 follower! Sorprendente, non è vero?

11. I filtri sono importanti

E’ dimostrato che l’utilizzo di filtri contribuisce ad aumentare le visualizzazioni e i “Mi piace” per le tue foto Instagram: le foto con filtri hanno infatti il 21% in più di probabilità di essere visualizzate e il 45% in più di probabilità di essere commentate! (fonte). Ma tutti i filtri sono uguali? Secondo la ricerca di Hopper, il miglior filtro per ottenere like e commenti (e, in definitiva, follower) è Gingham. Il filtro Clarendon è la seconda miglior scelta. Tuttavia, il filtro più efficace per i tuoi post può anche dipendere dal settore in cui ti trovi. Secondo Bustle, mentre Clarendon e Gingham sono i filtri più efficaci in assoluto, i più efficaci per categoria o tipo di immagine sono:

  • natura: Valencia
  • moda: Kelvin
  • selfie: Normal
  • cibo: Skyline e Normal

12. Coinvolgi il pubblico dei tuoi concorrenti

Per farlo dovrai muoverti con cautela, ma raggiungere il pubblico della tua concorrenza può essere il modo migliore per ottenere nuovi follower mirati. In un esperimento non ufficiale pubblicato su eCommerce University, un marketer ha deciso di determinare quanti dei follower del suo principale concorrente lo avrebbero seguito se li avesse scelti come target delle sue attività di Instagram marketing. I risultati?

  • Tra le persone che ha semplicemente seguito, il 14% lo ha seguito.
  • Tra le persone che ha seguito e apprezzato, il 22% lo ha seguito.
  • Tra le persone che ha seguito e commentato, il 34% lo ha seguito. 

Cerca altre aziende nella tua nicchia, segui i loro follower e poi inizia a interagire con le loro foto e video!

13. Crea un branded hashtag 

Un “branded hashtag” è semplicemente un hashtag che è unico per la tua azienda o il tuo marchio. Questo hashtag può essere usato per dare maggiore visibilità ad un tuo prodotto, evento o concorso, o semplicemente per incoraggiare i tuoi follower ad interagire con il tuo brand in un modo divertente e unico (ad esempio chiedendo ai tuoi follower di condividere foto con il tuo prodotto). Maggiore il numero di persone che utilizzerà il tuo hashtag, maggiore sarà la visibilità e, alla fine, maggiore il numero di follower guadagnati.

Ecco alcune buone regole pratiche per la creazione e l’uso dell’hashtag:

  • Assicurati che sia davvero unico. Usare un hashtag esistente renderà completamento inutile l’uso di questa tecnica!
  • Sceglilo breve e semplice. Ad esempio, #WinJane è preferibile a # JaneClothingCoContest2018.
  • Assicurati di monitorare l’hashtag e condividi, commenta e commenta i post che lo utilizzano.  

14. Usa il geotaggging

Questa tecnica è particolarmente importante se vuoi attirare follower locali. Quando aggiungi un geotag delle tue foto, è più probabile che altri utenti che hanno georeferenziato le loro foto con la stessa posizione visualizzino i tuoi post (e potenzialmente ti seguano). Ciò significa che i tuoi post verranno visualizzati quando qualcuno farà una ricerca per quella determinata posizione geografica, offrendoti così maggiore visibilità e contribuendo a far crescere la tua base di follower su base locale.

15. Contrassegna le persone nei tuoi post

Attribuire un tag alle persone (“tagging”) è una tecnica che deve essere fatta con attenzione e consapevolezza, perché l’ultima cosa che vuoi fare è fare lo spam con le persone! Ma se fatto bene, la tecnica di taggare utenti pertinenti può aiutarti a creare nuove connessioni e ottenere nuovi follower. Alcune situazioni che meritano il tagging includono:

  • quando pubblichi un’immagine del prodotto di qualcun altro
  • quando sei a un evento in cui qualcun altro sta parlando o partecipando
  • quando qualcun altro è effettivamente nella tua foto (ovvio!)
  • quando pubblichi qualcosa che sai sarebbe rilevante o interessante per una determinata persona

Ecco abbiamo concluso: ora avete scoperto 15 facili come modi per ottenere più follower su Instagram! Speriamo che queste strategie ti abbiano motivato a muoverti in prima persona e cercare di ottenere, operando in maniera strategica, nuovi follower.

Hai bisogno di altre fonti di ispirazione o motivazioni? Dai un’occhiata a questi post:

Come far crescere il tuo account Instagram fino a raggiungere i tuoi primi 10.000 follower

10 trucchi di Instagram marketing

10 strumenti di Instagram marketing per proprietari di piccole imprese

Qual è il consiglio migliore che puoi darci per ottenere più follower su Instagram? Condividilo con noi nei commenti qui sotto!

[Liberamente tradotto ed adattato dall’articolo di Kim Garst 15 Ways To Get More Instagram Followers in 2018]

Quali sono le ultime novità sui social media?

Tempo trascorso online

Tra le molte società che pubblicano numeri e statistiche sui social media, globalwebindex (GWI) è sicuramente una delle più auterevoli. Da qualche giorno GWI ha reso disponibile un report relativo al primo trimestre del 2015. L’indagine è stata condotta intervistando oltre 47.000 utenti internet in 37 nazioni.
statistiche social media 2015

Fig. 1: Crescita dei principali Social Networks nel 2014 (Fonte: globalwebindex, Q1 2015)

Tra i principali trend e statistiche da evidenziare:

  • Facebook continua ad avere il numero maggiore di utenti registrati (82%) e attivi (42%) ma su base mensile è più visitato YouTube (81%) che Facebook (73%);
  • Pinterest (+97%), Tumblr (+95%) e Instagram (+47%) sono i social networks che sono cresciuti di più durante il 2014 (v. Fig. 1);
  • Più di 1 minuto sui 4 trascorsi online è sui social networks (v. Fig. 2). Questo comportamento è fortemente influenzato dalla crescita dell’utilizzo dei dispositivi mobili, che dal 2012 al 2014 è salito da 1,24 a 1,99 ore giornaliere;
  • Tra i giovani, YouTube e Instagram sono le applicazioni più “alla moda” (v. Fig. 3).
  • Per i giovani Snapchat è il servizio più popolare tra quelli di instant messaging e social media. Le nazioni in cui Snapchat è più popolare sono Irlanda, Svezia, Canada, Belgio e Regno Unito

GWI_Q12015_timeonline

Fig. 2: Tempo trascorso sui social networks e internet mobile (Fonte: globalwebindex, Q1 2015)

GWI_Q12015_cool

Fig. 3: I servizi più “alla moda” secondo i giovani (Fonte: globalwebindex, Q1 2015)

Il sommario completo di questo report di GWI può essere scaricato a questo link .

Il modo migliore di usare i social media è…

social_media_marketing-300x300

Non tutti i social media sono uguali: ogni piattaforma ha le proprie peculiarità e quindi anche una propria “etichetta”. In altre parole per ogni social networks ci sono cose da fare e cose da non fare, come spiega questo colorato infografico di TollFreeForwarding.com, in cui si spiega l’etichetta nei social media prendendo in considerazione Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram, Linkedin e Pinterest.

Continue reading